I PRIMI SINTOMI E SEGNI DELLA GRAVIDANZA

Versione PDFVersione PDF

Nei primi giorni di gravidanza, ci sono alcuni sintomi e segni che indicano lo stato di “buona speranza” per le donne. Tuttavia, questi possono essere segnali di allarme di un gran numero di diverse malattie. A seconda del loro grado di sicurezza, i sintomi della gravidanza possono essere divisi in tre gruppi, nell'ordine: segni di presunzione, segni probabili e segni certi.

 

 

 

Segni probabili

Segni di certezza

 

 

I SEGNI DI PRESUNZIONE DI GRAVIDANZA

 

Sono i primi sospetti. Questi sintomi sollevano il sospetto nella donna che potrebbe essere incinta. Si tratta di cambiamenti fisici molto comuni in tutte le persone e, talvolta, la gravidanza non è nemmeno la causa più probabile.

 

Amenorrea

 

È la mancanza di ciclo ed è spesso il primo sintomo della gravidanza. Nelle donne con cicli regolari potrebbe esserci una gravidanza se il ciclo è in ritardo di circa una settimana. E' più difficile da rilevare in una donna con cicli mestruali irregolari, alcune volte anche in donne con cicli regolari il ciclo può ritardare o saltare un mese, di solito dopo un viaggio, uno shock emotivo, una malattia.

Ci sono situazioni particolari in cui è naturale che le donne non abbiano le mestruazioni. Pertanto, la loro assenza è considerata normale e la presunzione di gravidanza può essere trascurata: in caso di bambine o adolescenti, donne in allattamento, o nei primi mesi di menopausa. Altre volte, poche, il ciclo continua nonostante una gravidanza, essendo questo più superficiale e breve.

 

Nausea e vomito

 

Figurano soprattutto la mattina al risveglio e dopo la colazione, ma possono verificarsi durante il giorno. Appaiono il giorno dopo l’impianto dell'ovulo in utero a causa del disordine ormonale che si provoca. Per alleviare questi sintomi è meglio mangiare poco e spesso, per cui lo stomaco risulta essere sempre occupato, ma mai pieno.

 

Cambiamento dei gusti

 

I cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo della donna incinta alterano la percezione del gusto e dell'olfatto. E' normale che le donne “abbiano fantasia" di alcuni alimenti che normalmente non mangiano o, al contrario, rifiutino gli altri, di cui la percezione è più intensa. La cosa migliore è che la donna soddisfi i suoi gusti, senza abbandonare una dieta equilibrata.

 

Dolore Premestruale

 

E' comune che le donne da poco incinte abbiano sintomi simili a quelli che percepiscono quando arrivano le mestruazioni. Il più tipico è un dolore simile a quello premestruale, situato nel basso addome, continuo e sordo, che si può alleviare con calore della zona e prendendo antidolorifici. Di solito si verifica durante le prime settimane di gravidanza, anche prima che la madre scopra di essere incinta, quindi spesso lo interpreta come se le mestruazioni stiano per arrivare. Non deve essere confuso con altri dolori addominali che possono sorgere in una gravidanza più avanzata.

 

Aumento della minzione

 

Nelle prime settimane di gravidanza, l'utero comincia a crescere ed arrotondandosi. Così comprime la vescica, che è sotto di esso e impedisce che questa possa riempirsi completamente, pertanto la sensazione di minzione appare molto prima. Durante questo periodo è importante che le madri aumentino la loro igiene personale per evitare infezioni del tratto urinario. Dopo le prime settimane, l'utero cresce verso l'alto, occupando il resto del bacino e liberando la vescica. Durante gli ultimi mesi della gravidanza la minzione diventa più frequente.

 

La fatica e il sonno

 

Possono essere fra i primi sintomi accusati dalla madre. Nelle prime settimane di gravidanza la madre può sentirsi molto stanca e assonnata per tutto il giorno. In questi casi è meglio riposare, quando possibile. Questa condizione di solito scompare entro poche settimane, ma a volte la sensazione persiste continuando per tutta la gravidanza, nel qual caso il medico deve escludere l'anemia o ipersonnia (sonno eccessivo o sonnolenza durante il giorno).

 

Capogiri e svenimenti

 

I cambiamenti ormonali causano alterazioni degli organi del nostro corpo, tra cui il cuore e il cervello, che sono i primi responsabili delle vertigini e degli svenimenti. L'estrogeno e il progesterone causano un aumento del flusso di sangue verso l'utero e questo si traduce in un aumento di possibilità di sincope, situazione in cui il cervello non viene raggiunto da abbastanza sangue generando vertigini e cadute. La madre di solito recupera velocemente e senza grandi complicazioni. Per evitare svenimenti è meglio stare con i piedi alzati quando si inizia a sentire un giramento di testa.
 

   Italiano

Vedi tutte le NEWS

INOFOLIC® conquista gli USA!!! 

inofolic

In data 2 Maggio 2012 INOFOLIC ® è sbarcato in America.

---------------------------------------

 

L' Opinione dell' esperto

  1. Alterazioni/ Condizioni 
    Raccomandazioni per ridurre il numero di parti cesarei
    L’alimentazione materna durante la gravidanza può modificare i geni fetali
    Partorire in casa, provoca il doppio di decessi di neonati rispetto al parto in ospedale
    ...
  2. Complicazioni
  3. Farmaci
  4. Fertilità
  5. Infezioni
  6. Il parto
  7. Test Diagnostici