GRAVIDANZA SETTIMANA 8

VARIAZIONI DI TUO FIGLIO

A 8 settimane di gestazione, l’embrione ha una lunghezza da 1,4 a 2 cm. In queste prime settimane, la crescita è molto veloce. Allo stesso modo, vi sono importanti cambiamenti morfologici che si verificano nel suo piccolo corpo. Di fronte appaiono palpebre e inizia lo sviluppo della retina negli occhi. Inizia a formarsi la punta del naso e le orecchie.

Nel cuore si differenziano le valvole aortica e polmonare. L’albero bronchiale si divide in molti bronchioli, di cui il tronco principale si addensa.

Negli arti, appaiono i gomiti e crescono in lunghezza le gambe e le braccia. Le braccia adottano una forma curva e si tracciano i solchi delle dita delle quattro estremità.

Anche se l’utero è in crescita, è troppo presto per notare un aumento nell’addome e la vita, soprattutto se è la prima gravidanza. Sappiate che l’utero in crescita può provocare dolore nel basso addome o sensazione di punture. Alcune donne le descrivono come contrazioni o dolori mestruali.

Possono verificarsi crampi alle gambe che si accentuano durante la notte.

Continuano gli stessi sintomi sopra descritti: nausea, vomito, cefalea, affaticamento, costipazione, bruciore di stomaco e aumento del seno.

L’ecografia può ora essere effettuata attraverso l’addome, anche se molto dipende dagli apparecchi di cui si dispone. E’ sempre importante, durante l’esecuzione di una ecografia addominale, una vescica piena di urina per semplificare la visualizzazione dell’utero con la vescicola gestazionale nel suo interno. Bisogna inoltre sapere che in alcune pazienti gli ultrasuoni sono mal trasmessi a causa del tipo di parete addominale. Nelle pazienti obese la visualizzazione è ostacolata dalla parete addominale, pertanto è necessario eseguire una ecografia vaginale L’ecografia visualizza piccoli movimenti verticali dell’embrione e il battito del cuore.

Molti ostetrici eseguono la prima ecografia a 8 settimane per garantire la visualizzazione dell’embrione e la sua vitalità, rilevata dal movimento dell’embrione e del battito cardiaco. Molte volte, se l’ecografia è effettuata prima di 8 settimane, non vediamo alcun battito del cuore e questo non significa che la gravidanza si è interrotta, ma che è ancora all’inizio e la madre è incinta da meno tempo rispetto a quello calcolato. Per molti ostetrici questo è il momento più consigliato per fare le prime analisi del sangue e delle urine. Occorre sapere che per la sanità pubblica occorre fare tre analisi in tutta la gravidanza, una per trimestre. Tuttavia, alcuni centri privati decidono di eseguire un test ogni mese o mese e mezzo. La frequenza delle analisi dipende anche dal fatto che il paziente potrebbe soffrire di una malattia che occorre controllare molto spesso come l’anemia da carenza di ferro o il diabete.

Da questo momento le visite mediche sono condotte ogni quattro o sei settimane se non c’è una situazione che richieda una visita in anticipo.

[carousel-horizontal-posts-content-slider-pro id= “3895”]