GRAVIDANZA SETTIMANA 18

CAMBIAMENTI NEL BAMBINO:

Alla settimana 18 di gravidanza, il bambino è compreso tra 12,5 e 14 centimetri e pesa 150 grammi.

Il cuore ha quattro cavità (due atri e due ventricoli) e quattro valvole (tricuspide, mitrale, aortica e polmonare). Parte del sangue dall’atrio destro passa direttamente nell’atrio sinistro attraverso un foro chiamato il forame ovale, impedendo così il passaggio del sangue attraverso i polmoni. Al momento della nascita, questo foro si chiude.

I piedi e le gambe si stanno modellando. All’interno, si visualizzano ombre scure corrispondenti ai centri di ossificazione. Cioè, le parti cartilaginee che hanno finora costituito lo scheletro del feto, si trasformano in osso. Questi centri di ossificazione crescono verso le estremità delle ossa e insieme crescono anche le cartilagini.

Si può notare che l’utero raggiunge la misura di due dita al di sotto dell’ombelico. In genere, in queste settimane di gravidanza si sono guadagnati circa 4 o 5 chili di peso.

E’ normale che si urini più spesso e ci sia bisogno di alzarsi più volte durante la notte. Ciò è dovuto alla compressione dell’utero sulla vescica. Questa situazione non deve essere confusa con un’infezione delle vie urinarie.

Analogamente, la stipsi persiste e può aumentare a causa della compressione dell’utero sul sigma e sul retto. Inoltre, la riduzione di esercizio fisico durante la gravidanza e l’assunzione dei preparati di ferro prescritto, può aggravare questa condizione. Infusi di tarassaco o senna possono aiutare la stitichezza.

La stitichezza può anche portare a episodi di emorroidi che sono legati alla maggiore pressione nelle vene del retto. La compressione dell’utero sul ritorno venoso e il tono ridotto della parete venosa a causa del progesterone sono altre cause di emorroidi durante la gravidanza. La defecazione può essere difficile e in alcuni casi possono esserci episodi di scarse emorragie. Per evitare ciò si consiglia una dieta ricca di liquidi, verdure e fibre, semicupi con acqua fredda e sale e l’uso di anti-infiammatori locali e pomate anestetiche per alleviare il dolore. Un rimedio domestico è quello di bagnare un asciugamano con acqua in cui si è fatta bollire un’erba chiamata la nocciola della strega da applicare localmente sull’ano.

Possono apparire sulla pelle in qualsiasi parte del corpo piccole zone rosse con più vasi sanguigni al loro interno. Anche se queste diminuiscono nel periodo successivo al parto, raramente scompaiono del tutto.

Nell’ecografia si possono visualizzare le quattro camere cardiache e mediante un eco-Doppler si possono vedere i percorsi di tutti i vasi sanguigni del bambino. Possiamo anche vedere come si succhia il pollice, come sbadiglia e persino come sorride.

In alcuni paesi come gli Stati Uniti si svolge in questa settimana il quadruplo test o quad-screen test. Si tratta di un test diagnostico simile al triplo test, però con la determinazione di un quarto marcatore del sangue: l’inibina. Questo quarto parametro aumenta la sensibilità del triplo test per la diagnosi dei difetti nel bambino come la spina bifida o la sindrome di Down.

[carousel-horizontal-posts-content-slider-pro id= “3895”]