GRAVIDANZA SETTIMANA 41 E 42

CAMBIAMENTI NEL BAMBINO:

Il tuo bambino pesa circa 3.500 grammi e misura circa 50 centimetri.

Probabilmente siete molto stanche, nervose perché la data del parto è passata. Sappiate che se tutto va bene, si prevede di aspettare tra le 41 settimane e 3 giorni fino a 42 settimane, a seconda degli ospedali. Da questo momento la gravidanza è considerata “prolungata” e si può decidere per l’induzione del travaglio. Non disperare e cerca di avere un atteggiamento positivo, perché dopo nove mesi, devi aspettare solo pochi giorni in più.

Alcune donne incinte hanno un difetto nel meccanismo di attuazione del parto. Se arrivate a 41 settimane + 3 o a 42 e non c’è stato travaglio spontaneo occorre indurlo, in quanto si ritiene che da questo punto ci poterebbero essere molte complicanze fetali, di solito derivanti da un problema della placenta che potrebbe non essere più in grado di nutrire il feto.

Dopo il ricovero occorre fare un elettrocardiogramma e una visita ginecologica. Se tutti questi test sono nella norma, si somministrerà un farmaco contenente prostaglandine in vagina per maturare il collo dell’utero. Questo farmaco viene somministrato sotto forma di gel che si spalma intorno al collo. Una mezz’ora dopo la somministrazione di prostaglandina si farà un test, e sei ore dopo, si ripeterà l’operazione.

Se il collo dell’utero si è dilatato o ridotto, si comincerà la dilatazione. In caso contrario, si attenderà qualche ora per l’espansione in maniera che il collo sia il più dilatato possibile.

Se all’ingresso in ospedale hai contrazioni o la cervice è dilatata, si andrà direttamente in sala travaglio.

[carousel-horizontal-posts-content-slider-pro id= “3895”]