TERZO MESE DI GRAVIDANZA

Cambiamenti nella madre

Iniziano a scomparire le sensazioni di malessere. Nella maggior parte delle donne in gravidanza la nausea scompare in questo mese, anche se in alcune donne ci vuole più tempo e in altre può persistere anche per tutta la gravidanza.
Se, oltre alla nausea, c’è anche il vomito che si mantiene costante per tutta la gravidanza, si produce quella che viene definita l’iperemesi gravidica, considerata una situazione grave che richiede ospedalizzazione.
Altri sintomi, come sbalzi di umore, aumento del seno o crampi notturni continuano nel corso di questo mese.

Cambiamenti fisici

Vi è un aumento della pigmentazione della pelle a causa di effetti ormonali. Tale aumento si produce in aree come la linea dall’addome all’ombelico, sotto le ascelle, intorno all’areola (che sta diventando sempre più grande e più scura), perineo e cosce. Può anche comparire sul viso, tali macchie sono chiamate cloasma gravidico. Non possono essere evitate ma si può ridurre il loro aspetto evitando l’esposizione al sole o se lo si fa utilizzare un’adeguata protezione. Generalmente, scompaiono dopo il parto.
In questo periodo appaiono in molte donne in gravidanza, il reflusso e il bruciore di stomaco causati dalla compressione esercitata dall’utero. Questa pressione dell’utero si verifica anche sul ritorno venoso nella parte inferiore del corpo, e produce una sensazione di pesantezza alle gambe.
Spesso si può provare un aumento della salivazione, chiamato ptialismo o iperscialorrea.
L’utero continua a crescere e in questo momento è al di sopra del bacino. Questa crescita provoca fastidio pelvico, aumento di peso e si inizia a notare un po’ di pancia. Il guadagno di peso medio in questa fase della gravidanza è di 2 kg.

Cambiamenti nel bambino

In questo mese termina il periodo embrionale e inizia il feto. Gran parte delle strutture del feto sono formate, e da questo momento inizia un periodo di crescita e sviluppo.
La testa del bambino rimane fuori proporzione, ha quasi le stesse dimensioni del resto del corpo. I tratti del viso sono distinti con sempre maggiore chiarezza.
Il feto si muove: movimenti di trazione e allungamento delle braccia e delle gambe. Il suo cuore batte tra 120 e 160 volte al minuto.
Entro la settimana 11 e 12 si differenzia il sesso dei genitali esterni.

[carousel-horizontal-posts-content-slider-pro id= “4042”]