NONO MESE DI GRAVIDANZA

Cambiamenti nella madre 

Nel corso delle ultime settimane si può verificare un piccolo sanguinamento. Si tratta di sanguinamento dato dalla dilatazione cervicale dovuta all’insorgenza di contrazioni. Con l’inizio della dilatazione si può anche espellere il tappo di muco (secrezione adesiva trasparente o marrone). Questo non significa che questo porterà ad un parto imminente.

La data probabile del parto (DPP) è quando si inizia la 40° settimana di gestazione, tuttavia, la gravidanza può essere prolungata fino alla settimana 41 o 42. Da questo momento si tratta di una gravidanza cronologicamente prolungata e se il parto non si è prodotto in maniera naturale, è necessario indurre il travaglio in modo da evitare possibili complicazioni.

Cambiamenti fisici

Dato l’incanalamento del feto nel canale del parto (tra le ossa del bacino), la pancia si noterà in una posizione più bassa e il dolore costale diventa pubico. La sensazione di stanchezza e pesantezza è in crescita.
L’utero raggiunge i 40 cm e si trova all’altezza dello sterno.
Il peso totale guadagnato durante la gravidanza è tra 11 e 15 chilogrammi.

Cambiamenti nel bambino

Dopo 37 settimane non è più considerato un bambino prematuro ma è pronto per la vita al di fuori del grembo materno.
Tutti i suoi organi sono maturi e per le sue dimensioni, ha poco spazio per muoversi dentro l’utero.
In questo periodo, la placenta ha permesso a più anticorpi materni di passare al feto per garantire una maggiore protezione contro le infezioni, al momento della nascita.

[carousel-horizontal-posts-content-slider-pro id= “4042”]