MANOVRA DI KRISTELLER

Si realizza spingendo con i pugni o l’avambraccio la parte superiore dell’utero in coincidenza con la contrazione e la spinta della madre. Questa manovra è spesso utilizzata quando l’espulsione è molto lunga, il feto è grande o quando la madre è stanca e non ha alcuna forza a causa nell’anestesia epidurale.

L’uso della manovra di Kristeller non vuol dire che qualcosa non va, ma è un passo utile verso il parto. Deve essere fatto da un professionista, sia ginecologo che ostetrica; la manovra può essere dolorosa a seconda della pressione. A volte, se la forza applicata è di grandi dimensioni, la donna può temporaneamente restare senza aria.

Nel dolore post-partum può sentire come un “formicolio” nella parte superiore dell’addome. A volte ci possono essere lievi contusioni se la forza è stata grande.

Vedi anche:

[carousel-horizontal-posts-content-slider-pro id= “4424”]